Cloud gaming: i provider a colpo d’occhio

Il cloud gaming è in marcia e dovrebbe cambiare l'industria dei giochi nelle sue fondamenta. Di conseguenza, vari fornitori stanno attualmente aggiornando in modo significativo. Nel frattempo, c'è già un'offerta con Google Stadia per poter giocare senza hardware speciale. Ma ora ci sono anche altri fornitori di giochi.

fornitore di cloud gaming

Fresco dal cloud di gioco ogni giorno: con il cloud gaming, il tuo hardware è superfluo.

Cloud Gaming: questi provider esistono già Giocare senza il proprio hardware: questo non è più solo un concetto di futuro. Ora ci sono varie piattaforme che ti consentono di giocare su Internet. Esistono diversi provider che ti consentono di giocare a questo tipo di gioco.

  • Il primo è Google con Stadia. Il servizio è iniziato a novembre 2019 e ha suscitato molto scalpore in anticipo. Il costo del servizio è di 9,99 euro al mese.
  • Microsoft sta iniziando con xCloud. Il servizio consiste nel portare i giochi Xbox su qualsiasi dispositivo tramite streaming cloud, una fase di test pubblica è prevista per il 2019.
  • C'è anche la Germania: Telekom sta lavorando a Magenta Gaming, che è ora in fase di registrazione. Il servizio è in versione beta dal 24 agosto 2019. Telekom ha annunciato oltre 100 giochi con 60 FPS in FullHD. La versione finale dovrebbe avvenire nel 2020.
  • Ora è anche possibile prendere in prestito hardware tramite GeForce Now.
  • Altri fornitori sono PlayStation Now, Vortex, Blade Shadow, Project Atlas e altri.

Il punto critico in tutte le soluzioni sarà la larghezza di banda. Le basse latenze sono un prerequisito per molti giochi per sopravvivere sul mercato.