Regolamento home office: campione – tutte le informazioni

Mentre l'home office si sta affermando sempre di più, la base giuridica per lavorare da casa è spesso opaca. Poiché attualmente non esiste alcun diritto legale di lavorare da casa, un dipendente di solito deve ottenere l'approvazione del datore di lavoro per questo.

Criteri importanti di un modello per la regolamentazione degli uffici domestici

Per evitare conflitti tra te e il tuo datore di lavoro, è importante che un contratto di home office contenga linee guida chiare:

  • Limite di tempo: l'accordo deve indicare se il lavoro da casa è limitato e, in caso affermativo, per quale periodo.
  • Apparecchiature per ufficio a casa: il dipendente deve avere a disposizione spazio per ufficio conforme alle misure di sicurezza sul lavoro.
  • Rimborso delle spese: i costi aggiuntivi per l'elettricità e altre spese aggiuntive devono essere annotati nel contratto.
  • Orario di lavoro: poiché è difficile controllare l'esatto orario di lavoro, soprattutto nell'home office, questi devono essere chiaramente definiti in un regolamento.
  • Protezione dei dati: il dipendente deve anche assicurare al datore di lavoro che tutti i dati riservati nell'ufficio domestico siano al sicuro da usi impropri.

Diritto di accesso del datore di lavoro in un accordo di home office?

In linea di principio, un datore di lavoro può ispezionare il posto di lavoro prima di iniziare a lavorare nell'ufficio domestico per assicurarsi che soddisfi i requisiti necessari. Per questo, però, il datore di lavoro deve darne preavviso con almeno 24 ore di anticipo.