Cos’è il CPM? Spiegazione utilizzando l’esempio di YouTube

La pubblicità online è un affare da miliardi di dollari con le sue regole e un vocabolario speciale. Uno dei termini più importanti è il CPM. Spieghiamo cosa significa la metrica e perché è così importante su piattaforme come YouTube.

cos'è cpm

Il CPM è il prezzo necessario per mille contatti nella pubblicità online.

Gli inserzionisti e gli inserzionisti dipendono assolutamente dalla comprensione di metriche come il CPM.

Cos'è il CPM e come viene calcolato?

CPM è l'abbreviazione di "Cost per Mille", ovvero "Costi per mille". In tedesco, il termine mille prezzo di contatto (TKP) è comune. Come metodo di fatturazione, il CPM fa una dichiarazione importante:

  • Indica quale investimento è necessario per raggiungere i mille destinatari.
  • Nel caso di YouTube, si tratta di visualizzatori di video. Gli inserzionisti pagano agli operatori di canale un prezzo fisso per ogni mille spettatori di un video.
  • La formula per il calcolo del CPM è: prezzo / intervallo dell'annuncio x 1.000 = CPM
  • Un semplice esempio di calcolo: con un prezzo pubblicitario di 100 euro, un video con 100.000 visualizzazioni ha un CPM (o CPM) di un euro.
  • Non importa quanti spettatori hanno effettivamente cliccato sull'annuncio. Il CPM è l'opposto del CPC (costo per clic).
  • Il livello di CPM può variare notevolmente e dipende da molti fattori. Un CPM di 30 centesimi è possibile quanto un CPM di 30 euro.
  • In dettaglio, ci sono ulteriori distinzioni come il CPM lordo e netto, il che significa che un utente può essere responsabile di più chiamate.

Poiché il CPM come valore quantitativo è indipendente dal coinvolgimento dell'utente, è particolarmente adatto per migliorare la consapevolezza e la visibilità del marchio. Per le conversioni, invece, il CPC (costo per clic) è la scelta migliore come cifra chiave qualitativa.