Come funziona la guida autonoma? Fatti interessanti sulla guida futura

Un'auto a cui devi solo dare la tua destinazione e poi rilassarti con un film: un sogno per molti! Gli ingegneri lavorano su veicoli a guida autonoma dagli anni '1990. Ciò che allora sembrava fantascienza è oggi alla tua portata. Ma come funziona effettivamente la guida autonoma?

Come funziona la guida autonoma? Fatti interessanti sulla guida futura

Cos'è la guida autonoma?

Non tutta la guida autonoma è uguale alla guida autonoma. Si distinguono infatti cinque livelli di autonomia. Il livello 0 è l'auto d'epoca del secolo scorso. Il conducente controlla il veicolo e non è supportato da assistenti tecnici.

  1. Livello 1: la cosiddetta "guida assistita" include, ad esempio, il controllo della velocità di crociera. Il conducente deve tenere sempre d'occhio la strada.
  2. Livello 2: con la "guida parzialmente automatizzata", il sistema assume la guida quando se ne presenta l'opportunità, ad esempio quando si tiene in corsia o si parcheggia automaticamente.
  3. Livello 3: con la "guida altamente automatizzata", l'attività di guida può essere solo temporaneamente incustodita. Se l'autista viene avvertito, deve intervenire.
  4. Livello 4: "Guida completamente automatizzata" garantisce che l'auto guidi in modo indipendente su determinati percorsi.
  5. Livello 5: è qui che inizia la "guida autonoma". Ci sono solo passeggeri senza doveri di guida. È anche possibile guidare senza occupante.

Questa è la tecnologia alla base

  • I laser rotanti sul tetto dell'auto rilevano gli ostacoli entro un centinaio di metri.
  • Le videocamere rivolte all'indietro, davanti e di lato riconoscono i semafori, i segnali stradali e la distanza dai pedoni.
  • La distanza dagli altri veicoli viene monitorata con l'aiuto di sensori radar.
  • I sensori GPS determinano la posizione e la velocità esatte dell'auto.
  • Un computer di bordo valuta tutti i dati in arrivo e reagisce di conseguenza frenando o girando il volante.