Mal d’orecchi dalle cuffie in-ear – questo è tutto

Le cuffie in-ear sono da molti anni uno dei tipi più popolari di cuffie e sono particolarmente pratiche quando sei in viaggio. A volte, tuttavia, l'uso di auricolari in-ear può causare dolore all'orecchio. Leggi qui perché questo è e quali alternative ci sono agli auricolari in-ear.

Mal d'orecchi dalle cuffie in-ear - questo è tutto

Questi sono i motivi del dolore all'orecchio causato dagli auricolari

A causa delle loro dimensioni, gli auricolari in-ear sono particolarmente utili per ascoltare la musica in movimento. A differenza delle cuffie on-ear o over-ear, queste vengono inserite direttamente nel condotto uditivo per ascoltare la musica e quindi sigillano particolarmente bene l'orecchio contro i rumori dell'ambiente. Tuttavia, questo significa anche che quasi tutta l'energia sonora agisce sul timpano, il che può causare dolori alle orecchie e danni all'udito. Inoltre, se le cuffie in-ear vengono utilizzate continuamente, la cera viene premuta più in profondità nell'orecchio, il che può anche causare dolore all'orecchio.

Earache: queste sono le alternative agli auricolari in-ear

Se si avverte dolore all'orecchio a causa dell'utilizzo di auricolari in-ear, è necessario sostituirli con un tipo diverso di auricolari.

  1. Le cosiddette cuffie a conchiglia sono particolarmente consigliate. Poiché questi sono aperti e si trovano all'esterno dell'orecchio, la pressione sonora che agisce sull'orecchio si riduce e il cerume può defluire.
  2. Se le cuffie a conchiglia sono troppo grandi per te, puoi invece utilizzare le cuffie con auricolari. A differenza degli auricolari in-ear, questi non vengono inseriti nel condotto uditivo stesso, ma solo davanti all'ingresso del condotto uditivo. In questo modo, il suono della musica influisce solo parzialmente sul timpano e si possono ancora sentire i rumori esterni.