Essiccare le erbe: ecco come funziona

Nei mesi estivi, erbe come la menta, l'origano o il rosmarino crescono come matti anche nella scatola del balcone. Per elaborare l'eccesso e anche per poter condire con timo, salvia o salato in inverno, asciugare le erbe. Le erbe possono essere utilizzate per raffinare i piatti e condirli in modo sofisticato.

Erbe secche

Con l'aiuto di un disidratatore, hai la certezza di asciugare le tue erbe.

Essiccare le erbe: ecco come funziona

La maggiorana, la menta piperita, il rosmarino, l'origano, il timo, la salvia, la camomilla, l'asperula, la santoreggia e la lavanda possono essere essiccate particolarmente bene. Tutte le erbe dovrebbero essere raccolte prima che fioriscano, poiché le piante perdono il loro aroma durante e dopo la fioritura.

  1. An l'aria: Tutto ciò di cui hai bisogno è uno spago, un elastico e un luogo asciutto e ombreggiato dove appenderlo. Unisci i singoli tipi di erbe in piccoli mazzi e fissa i gambi con lo spago o l'elastico. Appendi i mazzi a testa in giù con lo spago per tre o quattro giorni.
  2. Nel forno: Le tue erbe possono anche essere essiccate al forno, ma questo è associato a una leggera perdita di sapore. Per fare questo, tritate le erbe prima di asciugarle e mettetele su una teglia. La temperatura ideale per essiccare le erbe è tra i 30 ei 50 gradi. Lascia il forno socchiuso mentre si asciuga per consentire all'aria di entrare e all'umidità di uscire. Ci vogliono circa tre ore per asciugare in forno.
  3. Nel disidratatore alimentare: Il modo più veloce per essiccare le erbe è con un disidratatore. Anche qui è opportuno prestare attenzione alle basse temperature (30-50 gradi) in modo che il processo di essiccazione proceda il più dolcemente possibile. Nell'essiccatore per alimenti, le foglie devono essere disposte sui singoli livelli in modo che non si tocchino.